Nel 2010, con Decreto Legislativo, è stato introdotto in Italia un nuovo strumento per appianare le liti: la Mediazione Civile e Commerciale.

Un gruppo di professionisti, avvocati e commercialisti, hanno trovato in essa uno strumento pratico ed efficace e hanno quindi deciso di fondare un Associazione per promuovere questa nuova procedura. Nel maggio del 2010 nasce L’Alternativa – Camera di Mediazione Indipendente che nel Febbraio 2011 ottiene l’Accreditamento al Ministero di Giustizia e da allora svolge attività di mediazione.

Ai Blogger di SQcuola di Blog venne chiesto di identificare una strategia digitale per far conoscere la mediazione alle imprese, all’avvocatura e al cittadino, incrementando così la visibilità dell’ Ass.ne verso il target di riferimento.

La prima fase del lavoro si è concentrata sul listening della “mediazione” nei canali Linkedin, Forum, Blog e Facebook, per comprendere “come si parla in rete” di questa nuova attività ed inoltre sono stati analizzati tre competitor dell’Ass.ne.

In LINKEDIN l’argomento viene discusso nei gruppi da professionisti in prevalenza legati all’ambito giuridico ed emerge una visione positiva della mediazione ed una volontà di migliorare la stessa, condividendo esperienze e sapere. Su FACEBOOK si nota la presenza di fan page e gruppi apertamente pro o contro la mediazione, accomunate da centinaia di fan inattivi. Nei BLOG e FORUM sono numerosi e simili i commenti degli appartenenti all’ambiente giuridico e sono assenti i pareri di altri utenti. Inoltre nei canali analizzati non compaiono commenti riguardo all’Alternativa – C.M.I.

I Competitors esaminati mostrano un ottimo posizionamento Offline, raggiunto sfruttando la visibilità dei soci stessi. Il posizionamento sui motori di ricerca è complessivamente buono, mentre la presenza sui Social Media è diversificata: Assenza da ogni canale; Presenza trascurata su Facebook; Visibilità su Linkedin con un gruppo chiuso.

punti forti:

  • Siti internet chiari ed efficaci, attenti alla user esperience;
  • Un buon posizionamento sui motori di ricerca;
  • Grande visibilità offline
  • Sfruttamento dell’alta reputazione dei rappresentanti dell’Ass.ne;

punti critici:

  • poca conoscenza della mediazione;
  • nessun dialogo tra l’utente e i professionisti;
  • utilizzo poco costruttivo dei Social Media;

A Parma nel mese di Aprile sono stati presentati i risultati del listening e la strategia elaborata, che prevedeva:

  • Restyling del Sito dell’Alternativa
  • Pianificare la presenza sui Social Network: Linkedin, Facebook, SlideShare, Blog in WordPress
  • Elaborare contenuti, di diverso tipo per promuovere la conoscenza della mediazione (articoli informativi; interviste, educazione all’uso della mediazione);
  • Creare Partnerships per promuovere la cultura della mediazione e aumentare la visibilità dell’Ass.ne;
  • Partecipare ad eventi sul tema della comunicazione, online e/o offline;

Dopo un primo confronto con i soci dell’Alternativa – C.M.I. sui dati ottenuti dalla ricerca e sulla strategia proposta, sono stati assegnati ruoli e responsabilità nel Team e stabilite le priorità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Persone impegnate nel PW:

Valentina Albanese, Gianluca Punzi, Monica Simonini

Supervisore: Marco Fabbri

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *